11 febbraio 2009

Elogio del buon padre

Stencil vecchio ma concetto nuovo:

Elogio a Beppino, uomo che ha ridato dignità alla figura del padre, da sempre e in tutte le civiltà ruolo rifuggito dagli uomini, che per il solo fatto di avere potere economico e forza fisica hanno dimenticato le resposabilità

Elogio a Beppino, padre che conosceva sua figlia, al contrario dei politicanti, che "bravi padri di famiglia" pluridivorziati, ignorano il comportamento sociale dei propri figli e si accorgono solo dopo molti mesi di piercing e tatuaggi.

Elogio a Beppino, uomo che non ha dato lezioni di morale agli altri, al contrario di una chiesa schizofrenica che ha scambiato la vita per poche cellule e tessuti dimenticando l'anima. E che è così spaventata dalla morte da attaccarsi a questa vita terrena.

Elogio a Beppino, padre che ha pianto sua figlia, al contrario di tutti i parlamentari che hanno pianto per uno stato di coma e non versano lacrime per barboni in vita che muoiono di freddo (ma la vita non è vita?).

Nonostante l'invenzione delle religioni per dare senso ad una vita che punisce un buon padre e salva gli altri, non riusciamo proprio a convincerci di questo paradiso.

3 commenti:

Mimma ha detto...

sei brava a pensarlo, sei stata brava a dirlo. Parola di giornalista
Mimma

Drab ha detto...

wow, thats amazing

Drab ha detto...

wow! thats amazing!